top of page
  • Immagine del redattoreAvvocato Laura Crisanti

IL REATO DI ABBANDONO DI ANIMALI

L’abbandono di animali è un comportamento diffuso, soprattutto in certi periodi dell’anno, ad esempio in prossimità delle vacanze estive, per questo motivo molte associazioni animaliste realizzano periodicamente campagne di sensibilizzazione pubbliche contro il maltrattamento e l’abbandono degli animali.

LA NORMATIVA

Il dispositivo dell’art. 727 del Codice Penale prevede che commette reato ed è punito con l’arresto fino ad un anno o l’ammenda da 1.000 a 10.000 chiunque abbandona animali o li detiene in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze.

Nel 2004 la normativa ha subito una modifica con l’introduzione di uno specifico e più grave regime sanzionatorio per il reato di maltrattamento degli animali (art.544 c.p.) marcando la differenza tra il reato di abbandono e maltrattamento.

CONCETTO DI ABBANDONO

La fattispecie si riconduce non solo all’atto materiale di abbandono volontario in un luogo lontano dall’abituale abitazione bensì anche alla trascuratezza o al disinteresse verso l’animale e più in generale si configura il reato ogni qualvolta taluno non se ne prende cura in maniera adeguata, ponendone a rischio l’incolumità, nella consapevolezza dell’incapacità dell’animale di provvedere autonomamente a se stesso. Pertanto la detenzione di animali in cattive condizioni è equiparata all’abbandono ed è punita con la stessa pena.

Di conseguenza il proprietario di un animale che lo costringe a vivere in uno spazio buio e sporco, lasciandolo solo per diverse ore, senza un adeguato nutrimento ed un’igiene opportuna, mettendo in serio rischio la sua incolumità. può incorrere nel reato di abbandono di animali.

ABBANDONO ANIMALI: CASSAZIONE.

La Cassazione, nel corso degli anni, ha emanato numerose sentenze sul reato di abbandono degli animali ed ha precisato che costituiscono maltrattamenti, idonei ad integrare il reato di abbandono di animali, non soltanto quei comportamenti che offendono il comune sentimento di pietà e mitezza verso gli animali per la loro manifesta crudeltà, ma anche quelle condotte che incidono sulla sensibilità psico-fisica dell’animale, procurandogli dolore e afflizione.




Comments


bottom of page