top of page
  • Immagine del redattoreAvvocato Laura Crisanti

ROTTAMAZIONE-TER: ATTENZIONE ALLE PROSSIME SCADENZE PER NON DECADERE DAI BENEFICI DELLA DEFINIZIONE

Lunedì 28 febbraio 2022 scade il termine per pagare la prossima rata della "Rottamazione-ter", tuttavia, per effettuare il versamento la Legge concede ulteriori 5 giorni di tolleranza, di cui all’articolo 3, comma 14-bis, del DL n. 119 del 2018, quindi saranno validi i versamenti effettuati entro e non oltre il 7 marzo 2022.

Per mantenere i benefici della Rottamazione-ter, i contribuenti che hanno effettuato entro il 14 dicembre 2021 (termine “ultimo” previsto nel DL n. 146/2021 "Decreto Fiscale", convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 215/2021) il versamento delle rate dovute per le annualità 2020 e il 2021, precedentemente sospese, dovranno proseguire i pagamenti nel rispetto delle scadenze previste dal Decreto Legge n. 119/2018 per la “Rottamazione-ter” le cui date sono le seguenti:

28 febbraio

31 maggio

31 luglio

30 novembre

Il versamento deve essere effettuato utilizzando il bollettino inviato da Agenzia delle entrate-Riscossione che riporta la scadenza del 28 febbraio 2022. In ogni caso, ove non fosse pervenuto, è possibile richiederne una copia, per questa scadenza e anche per le successive, sul sito internet www.agenziaentrateriscossione.gov.it oppure scaricarli direttamente accedendo nella propria area riservata con le credenziali Spid, Cie e Cns.

In difetto di pagamento o in caso di pagamenti oltre i termini o per importi parziali, verranno meno i benefici della definizione agevolata e gli importi già corrisposti saranno considerati a titolo di acconto sulle somme dovute. 




Comentarios


bottom of page